Home » Il valore rivelatorio degli scivoloni

Mag
4

Il valore rivelatorio degli scivoloni

Quando ho cominciato a occuparmi di intranet, l’interesse per la materia, nella mia azienda era assai scarso, per così dire. Insomma, a nessuno fregava niente di niente. E noi poveri ciucci, soli, pochi, senza budget, senza sponsor, siamo comunque andati avanti e abbiamo fatto un po’ di testa nostra. Avevamo un’idea e volevamo realizzarla. Punto.

Poco alla volta sono arrivati i successi: le pagine viste crescevano, cresceva l’interesse dei colleghi. Mail, richieste, offerte, eccetera. Del management nemmeno l’ombra. Ma esisteva questo management? O era un’entità fittizia? Ma chi cavolo lo aveva mai visto? Sapeva cosa stavamo facendo? Ci seguiva da lontano o ci ignorava come sempre? Noi, se vi devo dire la verità, ce ne fregavamo altamente.

Finché, un giorno pubblichiamo una particolare notizia, e scattano le telefonate. Convocati d’urgenza dal “grande capo” (il grande Budda de noantri…). Io di fronte a lui: di lato il mio capo diretto e il capo del mio capo (insomma questo Budda stava molto in alto…)

– Chi a pubblicato questa roba?
– Noi
– E chi vi ha detto di pubblicarla?
– Beh, nessuno, come sempre, noi agiamo in autonomia.
– E adesso questa roba la stanno vedendo 50.000 persone?
– Beh, sì, più o meno.
– Ma braaaavi (faccia sdegnata)
– Possiamo rimediare
– No, spegnete tutto…
– Guardi che si può rimediare….
– Allora Lei non mi ha capito….
– Ok, ok ok…

Ma allora il management la guardava la nostra roba, eccome se la guardava. Solo che non diceva nulla, fino a che un incidente di percorso si è trasformato in un momento di autocoscienza collettiva. Sono uscito da lì in parte preoccupato e in parte sollevato.

In quel preciso momento qualcuno aveva capito qualcosa di più sulle potenzialità del mezzo. Avrei voluto dirgli “Benvenuto nel progetto, grande Budda!”. Ma mi sono limitato a togliere la cosa e ad andare avanti. Certo, avevamo fatto una cazzata, ma ora esistevamo!

8 Commenti

  1. tolli ha detto:

    1 Regola dell’Azienda: Se fai Bene scordalo, hai fatto solo il tuo dovere. Se fai Male lo pagherai caro.
    2 Regola dell’Azienda: Il Capo è un Bravo Capo se non si fa mai vedere e non ti dice niente perché se si fa vedere e ti dice qualcosa allora sono c….tuoi
    3 Regola dell’Azienda: Tutti in Azienda devono conoscere tutto e deve circolare l’informazione. Tutto significa quello che diciamo noi e l’informazione solo quella utile, il resto è del Diavolo.

  2. 02068449 ha detto:

    A me piace fare male, ogni tanto: è così divertente vederli sussultare…

  3. skyclad ha detto:

    La cosa divertente è che il Grande Budda legge questo blog e, al più tardi domani, ti convocherà (con il tuo capo e il capo del tuo capo) per dirti di rimuovere questo post!!! ;-)

  4. 02068449 ha detto:

    Ci deve solo provare…ma non è scemo.

  5. allegati ha detto:

    Sei fantastico, è vero quello che dici !!

    Sono una bibliotecaria, lavoro a un servizio centralizzato, tra i miei compiti quello di gestire una mini mailinglist (40 iscritti).

    Pur essendo un ente “di sinistra”, mi è stato chiesto di non fornire “certe notizie”, eppure è stato proprio quando “ho osato” che ho avuto nuove richieste d’iscrizione, più audience, più interventi (in privato però, per paura di esporsi).

    Per il blog o per i wiki siamo ancora lontani, si mormora che siano “troppo pericolosi”…

    Ti seguo
    MLM

  6. 02068449 ha detto:

    Grazie Allegati, ma cosa aspetti ad alimentare il tuo blog con fresche notizie dal mondo delle biblioteche? :-)))

  7. utente anonimo ha detto:

    Ragazzo, gustosa scenetta :-)
    Dalle mie parti, fare una “cazzata” (posso immaginare la portata della vostra, secondo il punto di vista del vostro Budda) la porta l’autocoscienza:ma è quella che dice non già di spegnere il server, ma di spegnere il webmaster :-(
    Una mattina m’hanno telefonato alle 6:30 e -per fortuna- la “cazzata” ancora non era in onda.
    Per il resto: sono mancino e scrivo quindi con la “mano del Diavolo” eppure la penna non mi trema mai. Sta a vedere che sono proprio demoniaco? Se il 18 senti puzza di zolfo, sono io ;-)
    -IntraNetMan-

  8. 02068449 ha detto:

    E la lotta del Bene contro il Male. Che la Forza sia con noi…

Lascia un commento

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry http://www.intranetmanagement.it/cookies/

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry

Grazie mille per la pazienza. E' l'Europa che ce lo chiede