Home » Archivi per dicembre 2004

Dic
30

Bravi ragazzi (e ragazze)

Bravi, molto bravi, questi di FioriBlu, rivista elettronica di giardinaggio culturale. Politica, letteratura, arte e tanta gioventù che ha voglia di esprimersi senza usare smile, gergo giovanilista, piacionerie da quattro soldi, autocelebrazioni, fatìsmi stupidi e inopportuni, esibizione fisica, euforie in un bicchiere d’acqua, ossessioni da alcolista. Solo voglia di comunicare e di creare qualcosa di più solido di un punto esclamativo e di un emoticons. ciao

Dic
23

IntraNet: più che un nome, un progetto cuturale

Sul sito e-conomy Maurizio Benzi torna a parlare di intranet come fattore di cambiamento organizzativo. Tutto più o meno condivisibile, anche se alcuni temi cominciano forse a mostrare un po’ la corda. Mi riferisco, ad esempio, alla “famosa” tripartizione tra intranet istituzionali, operative e di Knowledge management. Una ripartizione che ha, più che altro, il valore di un espediente metodologico, visto che in realtà è difficile, se non impossibile tracciare dei confini netti.
Senza contare altri temi che restano fuori: ad esempio il grande tema della formazione on line che, se effettuata dai colleghi stessi diventa knowledge ma che può impattare, ad esempio, sui processi operativi (se ad esempio la integraiamo nei sistemi di CRM).

Interessante invece la storia del nome “IntraNnet”, attribuito a Steven Telleen. Un nome che ha significato, innanazitutto l’inizio di un cammino culturale nelle aziende, al di là di cablaggi, protocolli e infrastrutture.

Dic
22

Filosofia, logica, informatica: materiali a iosa

Scopro con soddisfazione un sito del trentino dove una certa Luisa Bortolotti, che insegna Logica, mette a disposizione materiali (Slide, PDF e video) sui più vari argomenti, tratti dalle sue lezioni. Da Wittgenstein e Girard all’open source nella didattica, con un occhio speciale ai rapporti tra logica e filosofia. Uno spazio veramente speciale. E c’è anche un intervento sull’uso delle intranet nella scuola (pdf – 375 kb).

Un grazie a Luisa per la sua generosità.

Dic
16

Economia, impresa e innovazione per Castells

Una interessante intervista di E. Rosolen e B. Morandi, a Manuel Castells sul rapporto tra Rete e innovazione nelle organizzazioni.
Se avete un’organizzazione burocratica e aggiungete i computers essa diventerà ancora più burocratica. Se invece aggiungete la tecnologia a una network company, la sua organizzazione diventerà più adattabile e flessibile”.
Parola di Guru

Dic
15

Pfuuuuuuu….

Ok, fine dell’apnea, il libro è finito. Ho impiegato un mese esatto. Sono di nuovo tra i vivi (credo). Giusto in tempo per segnalarvi i 10 consigli di Aristotele per una presentazione efficace in PowerPoint. A quanto pare, sembra che il peripatetico apprezzasse molto lo strumento, infatti gli Analitici Primi (e, per qualche storico, anche i Secondi) sono stati scritti tutti su slide. Sembra anche, almeno questa è l’opinione di Finley (comunicazione personale n.d.r.) che l’ossessivo utilizzo di slide da parte dello sagirita sia alla base del dissidio con Platone, il quale non riusciva a rappresentare adeguatamente il mondo delle Idee attraverso frecce e punti elenco e aveva quindi rinunciato allo strumento. Il suo chiodo fisso per la trasmissione orale del pensiero e la condanna della scrittura derivano proprio da questa impasse originaria, fatto non sottolineato a sufficienza dagli storici. Anche la condanna dell’arte come mera imitazione sembra sia originata da un cattivo uso delle forme di dafault del programma.
Pitagora (che a detta dei suoi contemporanei era un gran smanettone), qualche secolo prima aveva raggiunto autentiche vette di perfezione nella costruzione di forme geometriche con PowerPoint, ma a forza di slide aveva perso il senso della realtà. Le sue ultime lezioni, quelle esoteriche, cercavano di derivare dal programma segni premonitori, ma l’enigmatico software si limitava a far apparire triangoli in dissolvenza a punti. Questo fallimento, gelosamente custodito, costò la vita all’alievo che tento rivelarlo alla comuntà open source dell’agorà.
Ed è per questo che noi, oggi, lavoriamo in PowerPoint.
Fine della storia.

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry http://www.intranetmanagement.it/cookies/

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry

Grazie mille per la pazienza. E' l'Europa che ce lo chiede