Home » Archivi per febbraio 2009

Feb
20

Customizzo? E come customizzo?

Vi segnano uno degli utlimi articoli di Step Two, che esamina la difficile questione della customizzazione dei CMS in intranet, e in particolare del problematico rapporto con le singole applicazioni che in genere vengono costruite, integrate, o assemblate al’interno dell’ambiente.

Come al solito le immagini sono illuminanti. Vi dico subito che tra le tre soluzioni proposte io ho sempre sostenuto con decisione la prima, ma ultimamente mi sono alquanto ricreduto sul tema, e dove posso cerco di operare con la soluzione due, anche se le variabili da considerare sono sempre tante.

L’articolo esamina a fondo i pro e i contro di ogni soluzione.

immagine customizzazione cms dal sito steptwo

immagine customizzazione cms dal sito steptwo

immagine customizzazione cms dal sito steptwo

Feb
18

E son soddisfazioni…

Come forse ricordate sono alle prese con la costruzione e la gestione di un social network tecnico-professionale per persone che lavorano in un grande call center. Persone con la cuffia in testa che rispondono al cliente e hanno il bisogno di scambiarsi informazioni rapide oltre che quello di aggiornanrsi continuamente su prodotti, tariffe, soluzioni tecniche.

Il social network è già in piedi da un po’ (con il nome di “Campus” – sottotitolo: “Costruiamolo insieme”) e oggi, a commento di un post inserito dalla redazione nel “blog della Redazione” è arrivato questo commento:

'Redazionissima' io non pensavo mai di poter imparare quanto sto imparando dal 'nostro' social network  'Campus' , di conoscere tante persone in gamba e preparate come voi e tutti i colleghi che ora mi sento di poter chiamare anche 'amici'. Non vi nego che all'inizio sono rimasta un attimo spiazzata dall'apertura di Campus e che ho anche pensato: 'eccoooo!! una delle nuove trovate aziendali'. Bene ci è voluto un po’, ma non troppo,  per ricredermi sulla sua utilità e funzionalità e per aderire all’idea che fare network è per davvero un gioco da ragazzi!!:D). Ringrazio personalmente tutti voi della redazione per aver creduto in questo progetto e averlo potuto rendere fattibile. Il mio augurio e che si possa continuare su questa linea, crescere nelle idee e nelle realizzazioni ed ovviamente di avere sempre più nuovi campusiani d.o.c (denominazione di origine campusiana) e d.o.s (denominazione di origine simpatica). Ops......  dimenticavo, 'redazionissima' noi siamo in attesa di poter organizzare il ;nostro; raduno. Per info e suggerimenti siamo a completa disposizione.... :D

Giuro che non abbiamo pagato la collega…:-)

Lo riporto in calce

‘Redazionissima’ io non pensavo mai di poter imparare quanto sto imparando dal ‘nostro’ social network  ‘Campus’ , di conoscere tante persone in gamba e preparate come voi e tutti i colleghi che ora mi sento di poter chiamare anche ‘amici’. Non vi nego che all’inizio sono rimasta un attimo spiazzata dall’apertura di Campus e che ho anche pensato: ‘eccoooo!! una delle nuove trovate aziendali’. Bene ci è voluto un po’, ma non troppo,  per ricredermi sulla sua utilità; e funzionalità; e per aderire all’idea che fare network è per davvero un gioco da ragazzi!!:D). Ringrazio personalmente tutti voi della redazione per aver creduto in questo progetto e averlo potuto rendere fattibile. Il mio augurio e che si possa continuare su questa linea, crescere nelle idee e nelle realizzazioni ed ovviamente di avere sempre più nuovi campusiani d.o.c (denominazione di origine campusiana) e d.o.s (denominazione di origine simpatica). Ops……  dimenticavo, ‘redazionissima’ noi siamo in attesa di poter organizzare il “nostro” raduno. Per info e suggerimenti siamo a completa disposizione…. :D

Collega, grazie a te!

Feb
18

Gli amici di Mimulus

Si occupano delle stesse cose di cui mi occupo io, e ve li segnalo perché è online il loro sito (e poi non dite che non segnalo ciò che vale, anche se è della concorrenza.)

Ciao

Feb
17

MOSS, il documentale che spacca (i maroni)

Del Report di Nielsen sulle migliori intranet del 2009 ne riparliamo quando avrò un po’ di tempo per scrivere un post articolato. Per ora voglio solo riportarvi una testimonianza che mi ha alquanto sorpreso.

Moltissime intranet vincenti usano Sharepoint 2007 (in gergo MOSS 2007), customizzato in modo più o meno pesante. Sentite con cosa se ne esce uno degli intranet manager intervistati:

“Un’altra lezione appresa in COWI riguarda le difficoltà degli utenti nell’uso del sistema documentale di Sharepoint. “Non è intuitivo, e alcune operazioni molto elementari come salvare un allegato di posta direttamente nel repository sono molto difficoltose”, Dice Johansen. “Stiamo ulteriormente considerando di introdurre un prodotto di terze parti per rendere la gestione dei documenti più facile”.

Ma come? Non ci posso credere! Ma non era un punto di forza di MOSS? Addirittura un prodotto di terze parti, capito? Ora, o quelli di COWI (che, per la cronoca, è una società di consulenza ingegneristica, non un gruppo di frati benedettini che produce birra doppio malto), beh, o loro sono tutti degli idioti o qualche problemino obiettivo esiste, voi che dite?

Feb
16

I forum degli equipaggi a British Airways

L’anno scorso li aveva segnalati Nielsen nel suo report. Quest’anno hanno visto il premio gold di Steptwo (Intranet innovation award). Insomma, questo forum degli equipaggi della British ha veramente spopolato.

Qui potete ascoltare la voce dell’intranet manager, Allen Huish, che racconta la storia di questa iniziativa.

Feb
1

Capire gli strumenti, capire i contesti

In questo chiassoso parlarsi addosso sull’enterprise 2.0 spesso si perdono di vista le specificità che sempre caratterizzano ogni singolo strumento e i diversi contesti d’uso organizzativi entro i quali questi strumenti vengono calati.

Ricerche, studi, banchmark internazionali, tendono spesso a considerare l’insieme del fenomeno, mettendoci davanti agli occhi un calderone nel quale blog, wiki, gruppi di lavoro virtuali, microblogging, forum, social network e bacheche vengono messi sullo stesso piano.

Una specie di notte in cui tutte le vacche sono nere nella quale è difficile orientarsi. Blog è uguale a wiki? Bacheca è uguale a forum? E-learning è unguale a spazi documentali? Di questo non ci si preoccupa molto; l’importante è salire con qualche cosa sul treno che sta partendo.

Fermiamoci un momento. Non tutte le informazioni sono uguali, e a volte potremmo scoprire che il blog non è esattamente il modo migliore per discutere in modo dinamico dei trucchi tecnici sugli apparati di controllo.

Le conoscenze aziendali sono una strana creatura: a volte sono strutturate come un grattacielo mente altre volte sono effimere come una tenda da campeggio. Talvolta è necessario il doppio timbro, in altre occasioni basta un “ok” dato al volo. Possono essere consocenze che riguardano tutti, mente in certi casi sono cose per quattro gatti del settore amministrativo. A volte riguardano ciò che siamo, altre volte ciò che facciamo. In certi casi stanno in compagnia di qualcosa che viene prima e di qualcosa che deve – necessariamente – arrivare dopo, in altre occasioni possono essere accumulate dentro una stanza e tirate fuori quando occorre.

insomma, mi sono spiegato, credo. E credo che dovremmo fare un passo in avanti, entrando nel dettaglio e provando a tracciare degli scenari e degli usi concreti possibili. Insomma, dovremmo cominciare a definire una vera e propria cassetta degli attrezzi, con dentro gli strumenti giusti per ogni occasione specifica.

E in questo senso oggi vorrei dare il mio contributo, e provare a dare qualche indicazione proprio di questo tipo. Per questo metto a vostra disposizione due tabelle che, peraltro,  mi sono costate un paio di miliardi di neuroni: nella prima ho provato a tracciare l’utilità o meno dei singoli strumenti per i diversi contesti.

tabella usi possibili degli strumenti enterprise 2.0

Nel secondo caso, invece, ho provato a collocare questi stessi strumenti all’interno dei due assi: informazioni strutturate/destrutturate e informazioni ufficiali/informali. Avrei potuto scegliere anche altri parametri, ma questi mi sembravano particolarmente importanti.

Grafico degli strumenti enterprise 2.0 sugli assi formale/informale e strutturato/destrutturato

Questi schemi (il secondo – va detto – è una rielaborazione di uno schema fatto qualche tempo fa con Alberto) non sono la parola definitiva sull’argomento, naturalmente. Ma sono l’abbozzo di una strada metodologica che mi piacerebbe cominciassimo tutti a percorrere nell’affrontare questi argomenti.

Feb
1

La mia lezione sulla presentazione efficace con le slide

Dopo un po’ di riflessioni (ma neanche tante) ho deciso di pubblicare (e fare scaricare) un estratto della mia lezione-tipo sulla presentazione efficace con le slide, ovvero uno dei miei “cavalli di battaglia” nella mia attività di formatore.

Perché le pubblico? Perché nel tempo questo cavallo si è assai stancato, così come il suo cavaliere. Insomma, questo argomento ha cominciato veramente a nausearmi, e così ho deciso di condividerne almeno una parte, togliendo il più possibile gli esempi che in genere mostro.

Usatele pure, ma ricordate che è sotto licenza Creative Commons, il che non significa: “Fai quel cacchio che ti pare”. Ok?

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry http://www.intranetmanagement.it/cookies/

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry

Grazie mille per la pazienza. E' l'Europa che ce lo chiede