Home » Archivi per novembre 2016

Nov
29

Le intranet tra chat, bot e chatbot

Come da più parti viene sottolineato, le chat e gli instant messaging stanno diventano la nuova frontiera della collaborazione sincona nelle aziende: là dove prima esisteva solo il telefono ora comincia ad affermarsi in maniera stabile la comunicazione via intranet messaging o chat.

Complice di questo affermarsi – natuaralmente – è la diffusione massiccia di software e plug in molto popolari  sia dentro le aziende, come ad esempio Slack (per chi ancora non conoscesse slack vi consiglio l’articolo “i segreti del successo di Slak che ora vale 3,6 miliardi“) sia fuori di esse (Whatsapp in primis).

Come dicevo qualche tempo fa questo tipo di tecnologie copre solo il primo dei tre livelli di collaborazione presenti in azienda, ma lo comincia a coprire in modo massiccio e soddisfacente (ecco un raro articolo italiano sul tema chat interne).

Il tema è talmente maturo che oggi non  si parla più solo di chat, ma la frontiera si è spostata sul tema dei bot e dei chatbot, ovvero degli algoritmi che simulano la conversazione in chat in modo da offriere servizi ai dipendenti.

Sembra dunque che nei prossimi anni avremo sembre più a che fare con questi strani oggetti sempre più intelligenti e sofisticati: a titolo di esempio vi segnalo un articolo che parla esplicitamente di chat bot nelle intranet, e un altro, molto simpatico, che prova ad elencare gli 8 bot che sarebero davvero utili in una intranet.

Per non parlare di Awhy, startup bolognese che ha creato un sitema di chatBot che apprende man mano che lo si usa e che ci spiega sul suo blog perché le chatbot rivoluzioneranno la comunicazione interna).

Siamo solo agli inzi, ma è meglio che cominciamo a pensarci :-)

Per concludere questa rassegna con qualcosa di utile ecco due risorse da consultare:

confronto_chat

Nov
7

Il mio corso sulle intranet torna a Roma il 18 novembre

Cari amici e lettori, vi segnalo una nuova edizione del mio corso sulle intranet, il 18 novembre a Roma.

Il corso è il mio consueto percorso teorico e pratico di una giornata che mostra gli attuali standard di desgin e esamina la roadmap progettazione e le principali tecniche di user centered design che si applicano a questo tipo progetti.

corsoCi vediamo li? :-)

Nov
7

Stai monitorando la intranet? Ma lo stai facendo bene?

Come sanno molti miei clienti e partner, sono abbastanza fissato con l’uso di analitycs per la intranet, e in particolare con Piwik, uno strumento open source intuitivo, piuttosto completo e che non crea quasi alcuna scocciatura, e siccome io odio con tutte le mie forze ogni tipo di scocciatura, mi ci sono affezionato.

Ora, come divceva Roberta Kaplan (quello che ha inventato la balcend socrecard) “Non si può gestire quello che non si può misurare” e io rimango sono sempre più sorpreso di quante aziende si dimentichino completamente di questo aspetto quando lanciano un progetto intranet, salvo poi correre ai ripari frettolosamente (spesso con trumenti inadeguati).

E a quanto pare non sono il solo, leggendo questo articolo di Sam Marshall che spiega i più comuni errori nell’uso di sutmenti in analytics per la intranet.  A quanto pare non solo nelle aziende non esiste in media nessuna pianificazione strategica a riguardo (dove per “stetegica” si intende: “pensarci per tempo”), ma le stesse fiuge che dovrebbeo occuparsene spesso sono impreparate in modo imbarazzate (e qui i consulenti si sfregano le mani).

 

Analytics objectives

 

Per aiutarci nel compito di quale sistema scegliere Sam ha anche preparato uno studio che mette a confronto 4 sistemi di analytics per le intranet (Piwik, Ngage, Harepoint e CardioLog)

Si può scaricare gratuitamente.

(Sul tema delle misure in intranet vi ricordo ovviamente la mia presentazione).

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry http://www.intranetmanagement.it/cookies/

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry

Grazie mille per la pazienza. E' l'Europa che ce lo chiede