Home » Il valore? Passa dai servizi

Apr
30

Il valore? Passa dai servizi

Misurare il valore di una intranet è difficile, questo è risaputo. Ma c’è chi, come Shiv Singh, riesce a impostare la questione in maniera più “maneggiabile”, circoscrivendo il problema e legandolo alla fornitura di servizi in Intranet. Sono i servizi, dice, a generare valore misurabile, ma perché ciò accada è necessario porsi, prima di lanciare un nuovo servizio in intranet, alcune domande preliminari:

  • Questo servizio esiste già off line?
  • In caso affermativo, arriva efficacemente e sta raggiungendo tutti i relativi destinatari?
  • Può il servizio essere fornito più efficacemente ed efficientemente via il Intranet?
  • Raggiungerà una più grande percentuale dei destinatari?
  • Il servizio fuori linea dovrà continuare una volta che il servizio del Intranet è lanciato?
  • Come i destinatari traggono beneficio da accesso al servizio?
  • In che circostanze useranno questo servizio?
  • Crea una differenza significativa nel loro lavoro?
  • Permette loro di generare il valore misurabile per l’azienda (ad es. risparmio di tempo)?
  • Hanno i giusti mezzi, conoscenze e motivazioni per usare il servizio?

Nel suo articolo pone anche un’altra questione cardine: quella delle “Killer utility” ovvero quei servizi o applicazioni che risultano determinanti in un certo contesto per il successo della intranet e la sua creazione di valore. Interessante anche la questione affrontata di come deve essere composto il team di progetto. E da, ultimo, come devono essere usati i consulenti esterni. La ricetta? Sviluppare i talenti all’interno e usare i consulenti come trainer delle compoetenze interne, che restano il focus più importante.

5 Commenti

  1. tolli ha detto:

    Questo è un tema molto interessante: per esempio nell’azienda dove lavoro è sparito l’ufficio personale, l’attività di gestione delle paghe è stata esternalizzata, spesso ci sono degli errori ma il contatto tra azienda che elabora le paghe e fa gli rrori è complicatissimo e difficilissimo. Questa azienda esterna(prima faceva parte del Gruppo a cui appartiene anche la mia) ha un sito da cui si può scaricare solo qualche modulo, non ha Faq esplicative, non dice nulla su come si può leggere e su come è fatta la busta paga, nemmeno un Form, un Forum, una Chat su cui porre domande ma solo un indirizzo e-mail a cui è meglio non scrivere perché tanto non ti risponderebbe. Se l’Intranet della mia azienda che già riporta molte notizie utili su normativa, contratto di lavoro e novità relative surrogasse questa grave carenza del modo di gestire e comunicare le paghe che tanto non viene risolto offline diventerebbe il “punto” di riferimento obbligato per tutti i dipendenti e ci sarebbero ricadute positive su tutto il resto.

  2. 02068449 ha detto:

    ok, messaggio ricevuto…cmq che parac**o che sei…:-))))

  3. tolli ha detto:

    Sempre della serie “Sono un grande parac…”(non uno della Folgore): nella grande azienda dove lavoro ogni anno fanno una grande inchiesta per misurare il clima interno all’azienda, cosa i dipendenti pensano dell’azienda, etc…Sempre per ritornare ai servizi come gestione paghe, assistenza dipendenti fiscale, assegni fam…, etc. Perché non si inserisce nel questionario anche qualche domanda su come giudicano questo servizio, perché vanno bene le domande sullo stipendio, che può essere più o meno buono ma se poi viene pagato sbagliato o in ritardo o è difficile o lento correggere gli errori, il giudizio sullo stesso stipendio cambia…
    Se non è possibile in quel questionario, si potrebbe fare un’inchiesta ad hoc anche su aspetti come i servizi di prenotazione alberghiera, i viaggi e i mezzi di trasporto,la trasfertistica, il modo con cui i dipendenti vorrebbero andare in trasferta perché molti passano sempre meno tempo in sede e sempre più in giro.
    Per esempio se nella Intranet aziendale ci fosse una rubrica dove la gente dà voti ad alberghi o inserisce ristoranti che vuole consigliare o consigli per girare meglio o qualcosa da vedere fuori dal lavoro non sarebbe male, oltretutto la Intranet è interna e non ci sono problemi di pubblicità e cose del genere.

  4. 02068449 ha detto:

    come non ci sono? sai quanti colleghi hanno l’amico, lo zio, il cugino albergatori o ristoratori? non l’abbiamo ancora fatto per questo motivo…(Tolli non mettiamo in piazza i nostri panni sporchi…:-)))

  5. utente anonimo ha detto:

    Non ci avevo pensato, chiedo venia per la mia ingenuità…

Lascia un commento

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry http://www.intranetmanagement.it/cookies/

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry

Grazie mille per la pazienza. E' l'Europa che ce lo chiede