Home » Podcasting lacustre

Apr
2

Podcasting lacustre

Lo segnalo anche se sono d’accordo fino a un certo punto. Michael Rudnick, sul suo blog, cI dice che il podcasting può essere una buona occasione di comunicazione interna.

Io sono d’accordo ma gli esempi che propone (discorsi del CEO, avvisi sui benefit aziendali da parte di quelli delle Risorse Umane) mi sembrano un po’ scontati e poco interessanti. E’ come usare un tre alberi per fare il giro del laghetto.

Credo che il podcasting interno, anche tra gli specialisti d’oltreoceano, sia una pratica ancora tutta da inventare e un terreno di sperimentazione nel quale nell’immediato futuro ne vedremo delle belle.

Da parte mia propongo alcuni usi possibili (per ora solamente vagheggiati):

– La rassegna stampa mattutina, invece dei soliti pidieffoni da scaricare

– La formazione aziendale, tramite tool periodici da scaricare dalla intranet (pensiamo ai corsi di lingua, ma anche per argomenti tecnici legati alle esigenze locali)

– La raccolta delle pubblicità e degli spot radiofonici che vengono lanciati dall’azienda sui media mainstream

– Audioguide per visitare i reparti produttivi dell’azienda, per chi va in trasferta in altre sedi dell’azienda

– Audioguide tecniche che sostituiscano la manualistica per semplici operazioni di manutenzione su alcuni semplici impianti, per il personale dell’assistenza tecnica

– Gli audio delle convention

Vi vengono in mente altre idee?

6 Commenti

  1. ardovig ha detto:

    Il “compro/vendo/scambio”? :-) Ardovig

  2. maricovalente ha detto:

    Noi ne stiamo ipotizzando uno per illustrare – in pochi minuti – le nuove offerte commerciali agli operatori dei call center.

    Oggi tutti i dipendenti hanno un cellulare aziendale (cioè lo paga l’azienda) non è pertanto peregrina l’idea di massimizzare l’efficienza di questo che, di fatto, è un ulteriore media a tutti gli effetti.

    Bisogna pensare, come hai già del resto anche tu evidenziato, ad agganciare, però, questo utilizzo a forme d’incentivazione che muovano, quanto meno nelle fasi di lancio, la motivazione all’uso.

    Penso, ad esempio, che dal momento che i download stanno diventando una unità di misura del successo di questo media, perché non si può ipotizzare di premiare l’operatore che ha scaricato più podcast formativi e che magari ha superato n test di verifica dell’apprendimento collegati?

    Con parametri incrociati di questo tipo questo canale potrebbe davvero esplodere, risolvendo, anche, una delle fonti di stress operativo che è l’idea di non sapere cosa mi chiederà il cliente.

    E’ utopia pensare che tutto quello che deve conoscere un operatore di call center sia sempre oggetto di formazione istituzionale, perché una della variabili che manca in questi ambienti organizzativi è proprio il tempo.

    Ed allora perché non sfruttare un tempo che non c’è, incentivando le persone ad usare questo media?

    Per quanto paradossale e, forse, anche poco etico, è un’idea che proverò a sviluppare.

    Meglio un podcast che niente.

    Ehm … certo magari sullo slogan c’è ancora da lavorare parecchio ;-)

    Un saluto.

    Rob.

  3. Nonostantetutto ha detto:

    Gaicomo quello di prima ero io, per cui non rispondere su maricovalente che è un blog che creato per la morte della sorella di un mio amico.

    Ti chiedo scusa ma ero ancora logato con l’altra userid.

    Ribadisco pertanto:

    Noi ne stiamo ipotizzando uno per illustrare – in pochi minuti – le nuove offerte commerciali agli operatori dei call center.

    Oggi tutti i dipendenti hanno un cellulare aziendale (cioè lo paga l’azienda) non è pertanto peregrina l’idea di massimizzare l’efficienza di questo che, di fatto, è un ulteriore media a tutti gli effetti.

    Bisogna pensare, come hai già del resto anche tu evidenziato, ad agganciare, però, questo utilizzo a forme d’incentivazione che muovano, quanto meno nelle fasi di lancio, la motivazione all’uso.

    Penso, ad esempio, che dal momento che i download stanno diventando una unità di misura del successo di questo media, perché non si può ipotizzare di premiare l’operatore che ha scaricato più podcast formativi e che magari ha superato n test di verifica dell’apprendimento collegati?

    Con parametri incrociati di questo tipo questo canale potrebbe davvero esplodere, risolvendo, anche, una delle fonti di stress operativo che è l’idea di non sapere cosa mi chiederà il cliente.

    E’ utopia pensare che tutto quello che deve conoscere un operatore di call center sia sempre oggetto di formazione istituzionale, perché una della variabili che manca in questi ambienti organizzativi è proprio il tempo.

    Ed allora perché non sfruttare un tempo che non c’è, incentivando le persone ad usare questo media?

    Per quanto paradossale e, forse, anche poco etico, è un’idea che proverò a sviluppare.

    Meglio un podcast che niente.

    Ehm … certo magari sullo slogan c’è ancora da lavorare parecchio ;-)

    Un saluto.

    Rob.

  4. utente anonimo ha detto:

    E i podcast fatti dai dipendenti per i dipendenti? Questa roba della comunicazione interna unidirezionale e top-down è veramente anacronistico, soprattutto in contesti in cui le persone sono alfabetizzate dal punto di vista informatico e usano la Rete tutti i giorni.

    Gli unici che non se ne accorgono sono i dirigenti, così impegnati a dire che non hanno tempo e a perpetrare lo status quo!

  5. 02068449 ha detto:

    Grande Rob! Mi sembra un’ottima idea. Nella pagina di sottoscrizione ai podcast potrebbero essere evidenziati gli utenti più attivi (la topo ten) e naturalmente, i podcast più scaricati. Ad ogni podcast potrebbe essere associato un form per votare il podcast e anche per commentarlo, così gli operatori potrebbero costituire un ulteriore “filtro redazionale” che orienta gli altri operatori a fruire della mini-lezione.

    Che ne dici? Mi raccomando Rob, tienimi al corrente, e magari poi se ti va facciamo assieme anche un articolo-intervista, che dici? Fammi sapere….

    :-))

  6. 02068449 ha detto:

    eh, Nicola, questa è una delle frontiere culturali del nostro Paese…

    Ad ogni modo sono d’accordo: si potrebbe pensare ad uno spazio di podcasting collaborativo ad esempio di tips and triks operativi, ovviamente taggizzabile e votabile…

    Ciao e grazie del contributo…

Lascia un commento

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry http://www.intranetmanagement.it/cookies/

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry

Grazie mille per la pazienza. E' l'Europa che ce lo chiede