Home » Reiss Romoli chiude? Ma dai…

Ott
20

Reiss Romoli chiude? Ma dai…

Io, come tanti, alla Reiss Romoli dell’Aquila ci ho passato tanto tempo. Io, alla Reiss Romoli dell’Aquila, come tanti, ci ho seguito un sacco di corsi. Io, come tanti, ho un sacco di ricordi legati a quel posto, che ho incontrato in diverse fasi della mia vita.

Mi ricordo di un corso sulla qualità totale all’inizio della mia “carriera”, di un altro sulla negoziazione, di un altro ancora sui processi di Outsourcing. E me li ricordo bene, perché erano dei bei corsi. Delle cose fatte a regola d’arte.

Io, alla Reiss Romoli, più avanti, ci ho organizzato anche tanti eventi, quando stavo ad Alcatraz: notti insonni e febbrili passate a  preparare materiale, lavorando come un matto su presentazioni e spazi web da aggiornare. Ecco alcune foto dell’epoca:

io alla Reiss Romoli dell'Aquila

io alla Reiss Romoli dell'Aquila

io alla Reiss Romoli dell'Aquila

io alla Reiss Romoli dell'Aquila

io alla Reiss Romoli dell'Aquila

Alla Reiss ho mosso i primi passi nella progettazione web, e chi era vicino a me allora sa bene quante ingenuità mi portavo dietro. Ingenuità che ho superato anche stando in quel posto.

Infine, io alla Reiss Romoli dell’Aquila ci sono finito ad insegnare, ormai fuori da Alcatraz, libero e bello (e invecchiato).

Perché parlo di questo? Perché, a causa di una delle tante tristi vicende aziendali-istituzionali che riguardano questo Paese (ma di cui non si parla), la scuola Reiss Romoli sta per chiudere. Le persone della scuola hanno creato un blog per parlare della vicenda.

Simbolo giorni che mancano alla chiusura reiss Romoli

Certo, non è l’Alitalia, o altri “big” che fanno notizia. E per questo ve lo segnalo. Anche perché è uno dei pochi pezzi del mio passato che mi dispiacerebbe perdere.

6 Commenti

  1. dipendentissgrr ha detto:

    dicono di noi

    [..] da intranetmanagement di giacomo masonReiss Romoli chiude? Ma dai…Io, come tanti, alla Reiss Romoli dell’Aquila ci ho passato tanto tempo. Io, alla Reiss Romoli dell’Aquila, come tanti, ci ho seguito un sacco di corsi. Io, come tanti, ho un sacco di [..]

  2. muzii ha detto:

    Difficile, questa volta, non condividere certe scelte. Pur stupenda, la struttura è collocata nel mezzo del nulla. L’Aquila si raggiunge praticamente solo da Roma o da Pescara con collegamenti problematici per quanti vengono da altre città d’Italia. Mi costa una gran fatica dirlo, ma in un’ottica di profitto, 71 dipendenti sono “sacrificabili”. La SSGRR non era l’unica struttura formativa; se non ricordo male, fino a una decina di anni fa, il gruppo comprendeva addirittura due società e SIP fu la prima azienda italiana a sperimentare la teledidattica.

    Se l’obiettivo è aumentare il fatturato e il bacino di utenza, la SSGRR troverà miglior collocazione a Roma o a Milano o perfino a Torino, Genova, Pisa, Firenze o Bologna. Se, invece, l’obiettivo è il puro contenimento dei costi e la monetizzazione a fronte della vendita, allora il discorso cambia, ma ne è passata di acqua sotto ai ponti da quando SIP e poi TELECOM era la prima azienda del Paese.

    Per inciso, qualcuno sa dire che fine hanno fatto il centro di formazione di Acilia, quello di Inviolatella o quello di Torino? E lo CSELT?

  3. inscialla ha detto:

    caro giac, se ti dico che a leggere il tuo post mi sono commossa tu mi prenderai in giro a vita…e allora non te lo dico! ;-)

    grazie per la segnalazione, anche a nome dei miei 70 colleghi sacrificabili in ottica di profitto. per me come per loro, lavorare nel mezzo del nulla è stato un lusso. pregevole ed irripetibile. accogliere e trasmettere conoscenza una missione. avere tempo, modo e spazio per inseguire l’ultima delle curiosità intellettuali un privilegio.

    venduta dalla grande azienda due anni fa, tra 64 giorni perdo lo stipendio da sesto livello, l’imprenditore incassa la fattura dalla grande azienda ed evita fastidiosi costi fissi, questa regione guadagna derivati e scandali sanitari, questa città manet immota come il suo stemma impone.

    la reiss romoli chiude, resta la tils. a roma, a milano, a bologna, a firenze…

    preparo la mia valigia di cartone ed emigro al nord, questa volta vado a prendere lezioni e le prenderò dai cavalieri che sanno costruire città da bere e da mangiare. che dici, tra venti anni ne sarò fiera?

  4. dipendentissgrr ha detto:

    Giacomo, grazie! per l’affetto, la stima, per le cose che abbiamo fatto insieme. Continua a stare con noi…

  5. utente anonimo ha detto:

    un pezzo alla volta la Telecom diventerà il salotto buono dei consulenti e della nostra cultura rimarranno solo vecchi gettoni custoditi nei cassetti

  6. Daniele ha detto:

    Ma poi ha chiuso?

Lascia un commento

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry http://www.intranetmanagement.it/cookies/

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry

Grazie mille per la pazienza. E' l'Europa che ce lo chiede