White Paper & Materiali
Strumenti redazionali

Canvas free listing dei contenuti della intranet

canvas_free_listing_contenuti_[by_intranet_management]
Scarica il canvas Free listing dei contenuti della intranet

Il canvas di free listing è uno strumento di co-design che, unitamente al template di content inventory, permette di definire collaborativamente

  • il set di contenuti e servizi che dovranno essere presenti in intranet
  • la collocazione di questi contenuti e servizi in un primo schema organizzativo costituito dai 3 assi: Azienda/Lavoro/Persona

Come usare il canvas di free listing

Il canvas di free listing va stampato in formato A3 (meglio se ancora più grande) e va utilizzato all’interno di workshop collaborativi per definire i contenuti della futura intranet, collocandoli all’interno delle 3 dimensioni

  • Azienda
  • Lavoro
  • Persona

 

  • Stampate tante copie (più una) del canvas quanti sono i gruppi di colleghi che partecipano al workshop. Ad esempio per 20 colleghi, divisi in 4 gruppi da 5 persone, stamperete 5 copie del canvas (una per ciascun gruppo più la copia per il raggruppamento finale).
  1. Prima attività (30 minuti): ogni gruppo scriverà su dei post it di diverso colore (un colore per i contenuti, un altro colore per i servizi, un altro colore ancora per le componenti social) i diversi contenuti/servizi/componenti social che la intranet dovrebbe avere al suo interno. Ogni post it dovrà essere collocato in uno degli spazi del canvas a seconda che inerisca l’azienda (ad esempio il codice etico), il lavoro (ad esempio il tool per prenotare le sale), la persona (ad esempio il piano incentivi). Alcuni post it staranno all’intersezione di più dimensioni e dovranno pertanto essere inseriti in corrispondenza delle intersezioni.
  2. Seconda attività (30 minuti). Il risultato dei diversi gruppi viene composto in un canvas di sintesi, aggiungendo progressivamente i diversi contenuti nelle diverse posizioni e raggruppando i post it che hanno contenuti omogenei. Avremo quindi una mappa ideale di contenuti e servizi collocati in uno spettro di classificazione macro dato dal perimetro del canvas.
  3. Terza attività (30 minuti). I diversi contenuti vengono raggruppati in nuove aree e sottoaree a seconda che risultino più o meno presenti all’interno del canvas. Entro le 3 aree si creeranno delle eventuali sottoaree corrispondenti ai vari contenuti creati (ad esempio l’area “Incentivi” all’interno dell’area “Persona”).

Buon lavoro 🙂

 

Scarica il canvas Free listing dei contenuti della intranet