Home » Intranet e “profumo dell’informazione”

Gen
4

Intranet e “profumo dell’informazione”

Il lavoro di Jared Spoo è certamente utile per chi progetta interfacce.  In uno dei suoi ultimi articoli affronta il tema delle intranet, partendo dal concetto di “profumo dell’informazione

Le sue ricerche dimostrano che:

  • Le persone accedono alla intranet sono quando hanno qualche necessità. Hanno quindi qualche cosa di specifico in mente
  • I migliori portali sono quelli che, già dalla home page, forniscono i link alle funzioni più importanti e richieste
  • I designer dovrebbero evitare di confidare nelle funzioni di ricerca, perché sono poco usate, o sono usate come ultima spiaggia>
  • Bisognerebbe guardare i log delle ricerche in intranet, perché forniscono le parole più ricercate e meno trovate in intranet
  • l’86% delle ricerche sono rivolte a trovare colleghi. Un buon cercapersone evita la maggior parte delle ricerche
  • Una buona intranet divide le informazioni su molteplici pagine, in modo da rendere ogni pagina precisa su un argomento
  • Le pagine iniziali servono più che altro ad indirizzare verso queste molteplici pagine e a permettere ai colleghi di eliminare quello che non gli serve. Questo, dicono gli autori, è come zooommare su una mappa per vedere una stradina, mentre prima si vedevano solo le strade più grandi
  • Le buone intranet danno fin dalle pagine più alte della gerarchia un buon “aroma” di informazione” sulle pagine successive
  • Le intranet ben disegnate raggruppano i link secondo divisioni logiche che rispecchiano come gli impiegati percepiscono i contenuti e le loro relazioni, e non secondo le logiche dipartimentali
  • Il Card sorting è sempre un’ottima tecnica
  • L’ordine e la gerarchia dei link sono importantissimi

Ecco l’articolo completo, di tre settimana fa.

Lascia un commento

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry http://www.intranetmanagement.it/cookies/

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry

Grazie mille per la pazienza. E' l'Europa che ce lo chiede