Home » Un’idea per un 2.0 d’artista

Lug
23

Un’idea per un 2.0 d’artista

Non è proprio un’idea, ma beh, insomma, una specie di abbozzo di esigenza.

Il fatto di frequentare, in questo periodo, Anobii molto intensamente unito al fatto che Leuca e una sua collega sono alle prese con l’ennesimo-sito-dell’ennesimo-amico-pittore (in questo caso il sito di Thierry Bouffeteau) mi ha fatto riflettere su una cosa.

Ci sono una marea di artisti in giro (pittori, disegnatori, litografi ecc) che hanno l’esigenza di farsi conoscere e di promuovere le proprie opere (e magari venderle). Per fare questo in genere “fanno il sito” (prima o poi nella vita di qualunque smanettone che si rispetti capita di dover fare il sito dell’amico pittore).

Se invece ci fosse un bel 2.0 dei pittori, in cui ciascuno crea la sua pagina con le sue opere, le tagga, trova gli amici, gli estimatori, mette in vendita – o all’asta – le sue produzioni, oppure le fa scaricare a pagamento ad alta risoluzione, mette la cornice e il commento all’opera, favorisce l’aggregazione con opere simili, si fa commentare e votare dagli utenti, crea la propra galleria d’arte eccetera eccetera eccetera (insomma tutta la pappardella con varianti del 2.0).

Beh, insomma, non sarebbe meglio per tutti?

I pittori avrebbero finalmente una vetrina funzionale e fatta come si deve (e non si sentirebbero più soli, peraltro), gli utenti avrebbero un panorama enorme di opere da guardare e anche da comperare (e anche da utilizzare gratis a bassa risoluzione) e gli smanettoni non avrebbero più ‘sta pippa del sito-dell’amico-pittore da fare.

Ecco.

4 Commenti

  1. skyclad ha detto:

    Ciò che si avvicina di più alla tua idea l’ho trovato qui: http://shop.deviantart.com/

  2. 02068449 ha detto:

    Grazie Skyclad, me ne avevano parlato, ma vedo che più o meno si limita agli illustratori…

    si cmq pensavo a una cosa del genere, e non mi stupisce ovviamente che ci sia qualcuno che l’ha realizzato.

    Credo che non ci sia oggi campo dell’espererienza che non sia stato duepuntizzato.

    Forse rimangono fuori gli incubi notturni e le patologie mentali (ci pensi, un bel 2.0 delle fobie sociali, dei disturbi ossessivo compulsivi ecc.? C0me dire: da uscrci matti)

    :-)

  3. utente anonimo ha detto:

    Giacomo, a questo punto mi sento tirata in ballo…e i fotografi dove li mettiamo? Qualcosa comunqe in Rete c’è. Smugmug per esempio (dove ho messo le mie foto, e che sto utilizzando al minimo delle possibilità), ma anche community più professionali e forse per questo meno 2.0, come digitalrailroad. Baci! Nico (sì, quella)

  4. 02068449 ha detto:

    si ma per i fotografi farei un’altra cosa, perché non hanno pezzi unici come i pittori.

    E poi sono più smanettoni, in media dei pittori, hanno già alcuni spazi, come anche tu dicevi…

    Ciao Nico, e non ti angustiare troppo sul lavoro eh…mi raccomando.

Lascia un commento

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry http://www.intranetmanagement.it/cookies/

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry

Grazie mille per la pazienza. E' l'Europa che ce lo chiede