Home » Il community manager? Non è un optional

Nov
8

Il community manager? Non è un optional

Vi voglio segnalare il lavoro di un giovane studente della business school di Warwik (tra l’altro notate che sito spettacolare), Kostas Kastrisios, che esplora la figura del community manager interno, ovvero della o delle persone che organizzano, animano, gestiscono, supportano e fanno crescere le community e i social network interni alle organizzazioni.

Lo scopo della sua tesi è dimostrare, basandosi su casi di studio reali (con l’ausilio di aziende come Yammer e Jive) come queste figure siano essenziali (capito? Essenziali) affinché una community interna abbia successo. Il lavoro è accademico, ma lo stile è anglosassone quindi attenzione: la tesi è breve, chiara e talmente strutturata che ne esiste anche una versione tabellare alla fine.

Il lavoro è diviso in tre parti

  • perché nei progetti di community aziendali emerge oggi la necessità del community management;
  • il communty management in pratica;
  • i benefici riscontrabili per l’azienda e per le persone.

Uno spettacolo.

Ecco l’articolo in cui sintetizza i risultati della ricerca, ed ecco il link al PDF da scaricare. Buona lettura a tutti i community manager nostrani :-)

Lascia un commento

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry http://www.intranetmanagement.it/cookies/

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry

Grazie mille per la pazienza. E' l'Europa che ce lo chiede