Spericolati ermeneuti

Una persona che mi è vicina e che ha, seppur a malincuore, gettato la spugna su tecnologia e affini (beato lui che se lo può permettere…) mi invita a volgere il mio sguardo verso altre direzioni, meno laiche di quanto la mia inclinazione mi consenta abitualmente.

Testualmente cita, dal Vangelo di Matteo: “Ma la vostra parola sia: Sì, Sì; No, No”. Per lui è la quintessenza della comunicazione perchè implica sincerità, massima concisione, univocità senza ombre e dubbi, coraggio e lealtà. Come diceva Borges, ogni grande autore produce i suoi precursori. Beh, può darsi che abbiamo trovato il più antico e autorevole precursore della comunicazione web nientemeno che nel Vangelo (Matteo 5,37). L’ermeneutica non ha confini, e spesso infatti sconfina…