Apnea compulsiva

Lo so, non aggiorno tanto in questo periodo, ma sono in totale apnea per finire la prima stesura del mio prossimo libro (li mortacci del mio prossimo libro). Come sa bene chiunque si sia dedicato a scrivere in modo strutturato (dalla tesi di laurea in avanti, per intenderci), il processo di scrittura non comincia e non finisce davanti a una tastiera, ma continua a macinare anche negli altri momenti della giornata. Il che equivale a dire che scrittori sono degli ossessivo-compulsivi.

Ad ogni modo, per non lasciarvi senza avervi dato qualche cosa, vi segnalo l’ultimo numero di UsabilityNews, ovvero la pubblicazione di quei pazzi della Wichita University che da un po’ di anni fanno esperimenti di tutti i tipi sezionando il capello in quattro sulla percezione dei font e altre amenità.

in questo numero va segnalata una ricerca sul rapporto tra tipi di font e percezione dell’ethos di un sito e una ricerca sulla percezione dei diversi tipi di “carrelli” nei siti di e-commerce.

Ciao ciao e ci risentiamo quando riemergo dall’apnea.

P.s. Per la cronaca, il mio libro si intitolerà qualcosa come:

“Critica della comunicazione interna. Malattie, terapie, conversazioni”.