Home » La città come metafora

Lug
11

La città come metafora

Il nostro linguaggio può essere considerato come una vecchia città: un dedalo di stradine e di piazze, di case vecchie e nuove, e di case con parti aggiunte in tempi diversi; e il tutto circondato da una rete di nuovi sobborghi con strade diritte e regolari, e case uniformi
L. Wittgenstein – Ricerche filosofiche

Le costruzioni della storia sono paragonabili a ordini militari che accasermano e corazzano la vita vera. Contro di esse, il moto di piazza dell’aneddoto. L’aneddoto ci avvicina le cose nello spazio, le fa entrare nella nostra vita.
W. Benjamin – I “passages” di Parigi

5 Commenti

  1. NuageDeNuit ha detto:

    Già.

    Il latino non è una lingua morta, pare.

  2. NuageDeNuit ha detto:

    [Si attacca a tutto.. AHhahhahahahaahHA. Facilmente fraintendibile, my dear. Venditore di liquirizia.. Ihihi. Rido.]

  3. skyclad ha detto:

    mi hai fatto ricordare di un piccolo (solo fisicamente) volumetto…

    Le metropoli e la vita dello spirito di Georg Simmel.

  4. 02068449 ha detto:

    ottimo volume: è tracciata la figura del “blasè”…giusto?

  5. skyclad ha detto:

    l’atteggiamento blasè, esatto!

    ero stato piacevolmente colpito da quel libro…

Lascia un commento

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry http://www.intranetmanagement.it/cookies/

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry

Grazie mille per la pazienza. E' l'Europa che ce lo chiede