Home » Filologia cognitiva “open source”

Mar
15

Filologia cognitiva “open source”

Si fanno sempre scoperte interessanti uscendo dal proprio uscio virtuale e passeggiando, svagati, tra le scoperte di Google. Chissà con quale cavolo di parola chiave sono capitato su questo sito universitario. Comunque, scopro questa rivista di filologia cognitiva. Di che si tratta? Di un campo di studi interdisciplinare, a metà strada tra linguistica, scienze cognitive e scienze filologiche. Provate, ad esempio a leggere (meglio prima stamparlo) l’intervento “Il solco e il verso.  Il luogo della metafora“, dedicato ad approfondire il rapporto tra la metafora come procedimento letterario e,  invece, come processo cognitivo. Non l’ho ancora letto ma, insomma, promette bene…Ciao

Lascia un commento

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry http://www.intranetmanagement.it/cookies/

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry

Grazie mille per la pazienza. E' l'Europa che ce lo chiede