Home » Taggare il modo reale

Ott
19

Taggare il modo reale

Lo conoscevate? Io proprio no. E’ un progetto per taggare luoghi fisici con informazioni prese da Wikipedia. Uno attacca il codice al monumento e, grazie al cellulare, un altro accede alle informazioni di wikipedia relative. L’ho incrociato grazie a Domenico.

In genere non sono incline a segnalare innovazioni di questo tipo, anche perché spesso mi entusiasmo per cose che sono già stradigerite da tutti e faccio la conseguente figura da pirla. Ad ogni modo mi sembra talmente visionario da meritare una citazione.

Nel frattempo ho ricevuto un sms da una mia ex che diceva più o meno “Hai ancora questo numero? Un saluto affettuoso”. Con questa persona ho avuto una storia a dir poco tragica, come sanno tutti quelli che mi conoscono da un po’ di tempo.

In ogni caso non la sento da cinque anni, appartiene ad un passato che comincia a sconfinare nel sogno ed è stata la causa di parecchie scelte radicali che ho fatto in questi anni, tra cui il cambio di città. Se la rivedessi penso proprio che le attaccherei sulla schiena, di nascosto, questo tag.

5 Commenti

  1. dreca ha detto:

    non sono l’unica a ricevere questo tipo di sms da un passato oscuro…

  2. utente anonimo ha detto:

    E se attaccassimo Tags sulle storie finite? Potrebbe poi nascere un progetto editoriale di Tags……ma anche l’amore fra due Tags….

  3. 02068449 ha detto:

    Mannaggia alla nostra memoria infedele Trasforma il passato a immagine e somiglianza delle nostre nevrosi del presente.

    E ci lascia maneggare brandelli della nostra esperienza che lusingano i nostri desideri complusivi.

    Chi coltiva la memoria dovrebbe sapere che in questo coltiva anche il culto delle proprie malattie del passato

    (non solo la memoria, è infedele comunque…).

  4. utente anonimo ha detto:

    Senza la memoria non saremmo un cazzo.

    Caronte

  5. 02068449 ha detto:

    Senza la memoria non saremmo un cazzo, è vero, ma quello che volevo dire è che ma vale anche il contrario: è a partire da quel “qualcosa” che siamo che accediamo alla nostra memoria.

    E dovremmo avere rispetto per entrambi, per evitare di diventare degli schizoidi senza storia o degli ossessivi fuori dal mondo.

    augh

    :-)

Lascia un commento

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry http://www.intranetmanagement.it/cookies/

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry

Grazie mille per la pazienza. E' l'Europa che ce lo chiede