Home » Customizzo? E come customizzo?

Feb
20

Customizzo? E come customizzo?

Vi segnano uno degli utlimi articoli di Step Two, che esamina la difficile questione della customizzazione dei CMS in intranet, e in particolare del problematico rapporto con le singole applicazioni che in genere vengono costruite, integrate, o assemblate al’interno dell’ambiente.

Come al solito le immagini sono illuminanti. Vi dico subito che tra le tre soluzioni proposte io ho sempre sostenuto con decisione la prima, ma ultimamente mi sono alquanto ricreduto sul tema, e dove posso cerco di operare con la soluzione due, anche se le variabili da considerare sono sempre tante.

L’articolo esamina a fondo i pro e i contro di ogni soluzione.

immagine customizzazione cms dal sito steptwo

immagine customizzazione cms dal sito steptwo

immagine customizzazione cms dal sito steptwo

3 Commenti

  1. Nonostantetutto ha detto:

    Personalmente ritengo che un minino di customizzazione vada sempre fatta, anche solo perché, magari, la piattaforma che abbiamo scelto non integra alcune soluzioni ritenute invece strategiche dalla committenza.

    E’ evidente che, aldilà dei modelli, questo tema vada affrontato con molta cautela, frenando tal volta desiderata assurdi della committenza (mi avevano chiesto se gli interventi nei wiki li potesse vedere solo il responsabile dimmi tu), perché un eccesso di customizzazione rischia di pregiudicare il corretto funzionamento delle funzioni base.

    D’altra parte, e lo dico con cognizione di causa, senza customizzazioni abbiamo delle funzioni molto performanti ma che non colgono al 100% le nostre esigenze.

    Il mio consiglio, come al solito, è quello di una approfondita analisi funzionale da svolgere prima di scegliere le piattaforme e di determinarne le customizzazioni.

    Comunque è vero quello che dici … le customizzazioni possono creare problemi.

    Noi con Tuo ne abbiamo create diverse, e, per il momento, tutto va molto bene.

    Con stima.

    Rob.

  2. utente anonimo ha detto:

    Da sviluppatore, direi che la strada percorsa è stata simile a 1->3->2

    L’uso di CMS modulari, dotati di API documentate e possibilmente aperti (se vi sembra che tutto questo sia pubblicità occulta, ci andate vicino ;))), secondo me è attualmente la strada migliore, pur con i problemi descritti nell’articolo.

    Grazie per la segnalazione!

  3. utente anonimo ha detto:

    Sorry, ho dimenticato di firmare il commento #2.

    Marcello.

Lascia un commento

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry http://www.intranetmanagement.it/cookies/

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry

Grazie mille per la pazienza. E' l'Europa che ce lo chiede