Home » C’è vita oltre Sharepoint? Si!

Set
12

C’è vita oltre Sharepoint? Si!

E’ fuor di dubbio che il mercato delle tecnologie per intranet, che siano sociali, che non lo siano o che lo siano metà e metà, è davvero frammentato: in genere le aziende “agganciano” i progetti intranet ad altri progetti preesistenti e così le scelte sono condizionate da variabili che a volte con le esigenze della intranet c’entrano davvero poco. In questa frammentarietà abbiamo però la certezza, confermata da più parti, ovvero che Sharepoint stia crescendo un po’ dovunque.

Tuttavia, questa crescita è ancora ben lungi dall’essere diventata egemonia e gli ultimi dati che arrivano dalla ricerca di Toby ward sembrano confermarlo: solo un terzo del campione di più di 800 aziende comprese nella sua survey annuale ha adottato soluzioni “portal” per la propria intranet (e tra queste che Sharepoint ma anche altri prodotti.

Social Intranet Study Tech Platforms June 15 2011

Il resto della torta è occupato da sistemi di CMS puri, soluzioni ibride e soluzioni costruite internamente (sempre molto presenti). Altro dato interessante: l’emergere di CMS open source quali Plone (vecchia conoscenza) e Hippo (questo non l’avevo davvero mai sentito, ignoranza mia).

C’è da dire che la survey di Toby è dedicata principalmente alle intranet “sociali” (ma poi dentro c’è sicuramente di tutto), ma ci offre comunque uno spaccato interessante, anche perché spezza una monotonia che sta diventano un po’ assordante.

 

Un commento

  1. Luca ha detto:

    E’ vero, Hippo è tanto sconosciuto quanto potente.
    Devo (dobbiamo, come azienda! rif. http://www.sourcesense.com) fare molto di più per diffonderne la conoscenza.
    Grazie del post e del riferimento.
    Luca

Lascia un commento

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry http://www.intranetmanagement.it/cookies/

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry

Grazie mille per la pazienza. E' l'Europa che ce lo chiede