Home » Nientemeno che la verità

Lug
31

Nientemeno che la verità

Raramente pubblicizzo altri blog, ma in questo caso devo fere un’eccezione e segnalare il pregevole spazio di Clelia Mazzini, (qui trovate la descrizione della sua singolare scelta) dal titolo, a dire il vero un po’ solenne, di “Aletheia“, ovvero verità (nel senso di: ciò che viene alla luce, 2che si svela, che si rivela…). Moltissimi gli argomenti, dall’antropologia alla filosofia alla teoria della letteratura. Da segnalare la preziosa lista di letture consigliate, pazientemente raccolte, sia in rete che su carta. Un blog per gli amanti della cultura con la “c” maiuscola. Brava Clelia: in questi due anni nulla è mutato qui fuori, ma tu torna lo stesso tra noi, se puoi. E chissà che allora non muti qualcosa davvero. Con affetto.

5 Commenti

  1. tolli ha detto:

    Ma è una donna coltissima! Come quasi tutti gli uomini italiani sono atterrito da una donna così colta, quasi tutti, tranne Giacomo ….

  2. simona1982 ha detto:

    So che non centra assolutamente nulla col tuo post , e me ne scuso ma… Il tuo contatore ha dei problemini… Sono quì e mi dice :”0 utenti on line” … Sono così poco rilevante :((( ?? Neanche i contatori mi segnalano… Dio mio esisto?? E poi vorrei sapere quali sarebbero i programmi Mediaset che avrebbero lavorato sul tuo lato oscuro…

  3. utente anonimo ha detto:

    Caro Giacomo,
    ti ringrazio vivamente per le lusinghiere parole con le quali hai segnalato il mio blog (e che senz’altro sono al di sopra dei miei reali meriti…). Colgo l’occasione per farti i miei più vivi complimenti per il tuo blog (che frequento, con “discrezione”, già da un po’, ricavandone sempre ottimi spunti…).
    Ti sono grata anche per la preziosa integrazione che hai voluto lasciare a commento del mio recente articolo sul “negativo” in ambito filosofico; credo davvero che, più che di “integrazione”, dovrei parlare di “parte integrante” dell’articolo in questione, visto che con le tue parole hai aperto àmbiti d’indagine assai interessanti…
    Permettimi un’ultima precisazione riguardante il nome del mio blog: con “alètheia” non ho mai pensato alla parola “verità” (sarebbe stato davvero assai presuntuoso da parte mia) bensì, come giustamente hai voluto sottolineare tu alla derivazione del termine dal verbo “lanthano” che vuol dire “coprire”. Da “lanthano” proviene “Lèthe”, il fiume dell’oblìo; e dunque “a-lètheia” (con il privativo) non è altro che “svelamento”.
    La confusione con “verità” nasce dal latino “veritas” che ha mutuato, nella sua radice, un termine di area balcanica: “ver-“, che vuol dire “fede” (non per niente gli sposi indossano una “vera” nuziale ed in russo “vara” significa fede…).
    Come vedi nulla di più lontano dalla matrice originaria di “alètheia” che, con la “fede”, ha avuto sempre non pochi problemi…
    Un caro saluto riconoscente
    Clelia

  4. skyclad ha detto:

    Complimenti a entrambi per il commento e il controcommento…

  5. Nonostantetutto ha detto:

    Caro Gack ho fatto qualche modifica grafica al blog e gradirei un tuo parere…L’utlima cosa che voglio sistemare è la questione dei link. Li vorrei organizzare per sezioni ma credo che bisogna agire dal templete in HTML perché gli strumenti di Splinder non consentono simili bellurie. Ah nell’utimo post un po’ di citazioni di registi famosi…

Lascia un commento

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry http://www.intranetmanagement.it/cookies/

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry

Grazie mille per la pazienza. E' l'Europa che ce lo chiede