Home » Pfuuuuuuu….

Dic
15

Pfuuuuuuu….

Ok, fine dell’apnea, il libro è finito. Ho impiegato un mese esatto. Sono di nuovo tra i vivi (credo). Giusto in tempo per segnalarvi i 10 consigli di Aristotele per una presentazione efficace in PowerPoint. A quanto pare, sembra che il peripatetico apprezzasse molto lo strumento, infatti gli Analitici Primi (e, per qualche storico, anche i Secondi) sono stati scritti tutti su slide. Sembra anche, almeno questa è l’opinione di Finley (comunicazione personale n.d.r.) che l’ossessivo utilizzo di slide da parte dello sagirita sia alla base del dissidio con Platone, il quale non riusciva a rappresentare adeguatamente il mondo delle Idee attraverso frecce e punti elenco e aveva quindi rinunciato allo strumento. Il suo chiodo fisso per la trasmissione orale del pensiero e la condanna della scrittura derivano proprio da questa impasse originaria, fatto non sottolineato a sufficienza dagli storici. Anche la condanna dell’arte come mera imitazione sembra sia originata da un cattivo uso delle forme di dafault del programma.
Pitagora (che a detta dei suoi contemporanei era un gran smanettone), qualche secolo prima aveva raggiunto autentiche vette di perfezione nella costruzione di forme geometriche con PowerPoint, ma a forza di slide aveva perso il senso della realtà. Le sue ultime lezioni, quelle esoteriche, cercavano di derivare dal programma segni premonitori, ma l’enigmatico software si limitava a far apparire triangoli in dissolvenza a punti. Questo fallimento, gelosamente custodito, costò la vita all’alievo che tento rivelarlo alla comuntà open source dell’agorà.
Ed è per questo che noi, oggi, lavoriamo in PowerPoint.
Fine della storia.

12 Commenti

  1. skyclad ha detto:

    hei, bentornato sopra al livello dell’acqua!!

  2. woman ha detto:

    Mi sono copiata il Decalogo del buon PowerPointista…
    Pero’ e’ veramente triste dover esprimere le proprie idee solamente attraverso frecce e punti elenco… solo perche’ nn si ha il tempo di ascoltare discorsi piu’ complessi e magari un po’ meno impersonali…
    Evviva la calligrafia e la stilografica !!!! :P
    Se andiamo avanti in questo modo moriremo tutti con ancora la calligrafia “bambina” perdendo tutte le evoluzioni che si hanno scrivendo durante la ns vita…
    Pro e contro della tecnologia… vabbe’… :))))
    Scusate la lungaggine…

  3. utente anonimo ha detto:

    pagani!

    ci vorrebbe l’inquisizione per degli apostati come voi (usatori di powerpoint)

    bestie che siete!

    tuoni (fulmini e saette) su voi blasfemi

  4. mafe ha detto:

    Bentornato :)

  5. utente anonimo ha detto:

    Noi volevamo sapere del Suo Libro e Lui ci parla di Aristotele!
    Che Tipo.
    Tolli

  6. utente anonimo ha detto:

    E comunque Giacomo, occhio, chi vuole attualizzare troppo la filosofia antica rischia di somigliare troppo al Senatore Dellutri, una gran bella persona, alter ego di Socrate.
    P.S.: sono stato a Roma, c’erano Marco, Fabio, le ragazze di Sono, mancavi Tu(non ti sei perso molto tranne il Concerto di Morricone all’Auditorium, fantastico!

  7. utente anonimo ha detto:

    Grande,

    quasi quasi mi chiudo anke io in casa per la tesi!!!

    ce la farò?

    Stefano.

  8. utente anonimo ha detto:

    Però c’è un piccolo problema. Aristotele scrisse decine di dialoghi platonici, che purtroppo sono andati perduti.

    Ciò che rimane sono soltanto le dispense date agli studenti.

    Se fosse avvenuto il contrario, ossia fossero rimasti soltanto i dialoghi, potremmo ancora parlare di Aristotele “consulente”, precursore delle slide e del Power Point ?

    Alessio

  9. 02068449 ha detto:

    La Storia ha dato ragione a PowerPoint, che è sopravvissuto al tempo, come i ratti dopo la bomba atomica

  10. garu ha detto:

    A quando la pubblicazione del libro?? Sono proprio curioso….

  11. 02068449 ha detto:

    inizio febbraio, credo…

  12. utente anonimo ha detto:

    L’ho messa in intranet, con il tuo commento, tiè! :-) Ciao, Arnaldo

Lascia un commento

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry http://www.intranetmanagement.it/cookies/

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry

Grazie mille per la pazienza. E' l'Europa che ce lo chiede