La intranet e lo stagista in agrodolce

Ora, la notizia che Bricocenter cerca uno stagista per occuparsi della nuova intranet mi provoca sentimenti contrastanti: da una parte sono contento che le intranet siano uscite dalla fase “sono sistemi informativi da gestire lato server”, e mi rallegro che finalmente ci si ponga il problema dei contenuti e dell’efficacia comunicativa del progetto.

Dall’altra mi rendo mestamente conto che questi progetti restano ancora in una fase per così dire infantile, e per molti decisori interni si tratta alla fine di uno dei tanti “bidoni di benzina” da presidiare. E lo stagista casca a pennello (comunque, almeno in questo caso, è previsto il rimborso spese).

Ma del resto la pervasiva polivalenza stagistica è una caratteristica ormai costante dello skyline aziendale e non ne farei neanche una questione di questo o quel progetto:  sono affamati, sono pazzi e soprattutto sono tanti. E i bidoni di benzina da presidiare non mancano mai.