Home » Davide batte Golia 1-0

Mag
18

Davide batte Golia 1-0

A volte la Storia ci dà torto, a volte ci dà ragione. Io ho lavorato come Intranet manager per anni all’interno di una grande azienda, Alcatraz. In questa azienda non ero l’unico a occuparmi della cosa: C’erano anche tanti altri settori e professionisti, gente con molto potere e molti soldi da spendere. E quando si parla di intranet viene sempre fuori la questione delle piattaforme, ovvero quegli oggetti che servono a gestire i contenuti. Ora, queste volpi dei Dirigenti IT volevano a tutti i costi stupirci con effetti speciali e con nuovi strabilianti oggetti.

Ed ecco che salta fuori la nuova super-piattaforma, chiamiamola “Macigno-costoso”. Ad ogni riunione si partiva magnificando le caratteristiche di Macigno-costoso, la Grande Piattaforma Universale dalla performance strabilianti. Certo, ci volevano 18 server e un team di gestione di 40 persone, ma la piattaforma era ottima. Solo che crashava ogni 4 minuti. Dopo due anni giravano le barzellette come con i carabinieri. Ad ogni riunione erano sempre tutti più incazzati. Specialmente noi, specialmente io, che nel tempo avevo costruito una piattaforma alternativa, chiamiamola “economica-piuma”. Io di piattaforme chiavi-in-mano ne avevo già fatta fuori una e mi sono sempre arrangiato costruendo e facendo costruire degli oggetti su misura.

Certo niente di stravolgente, ma stava su di un solo server e se qualche cosa non funzionava si cambiava e via. Niente: ci voleva Macigno-costoso. E giù a spiegare che noi eravamo dei dilettanti, che le aziende serie usavano piattaforme serie. “Certo”, dicevano, “oggi Macigno-costoso“ ha dei problemi, ma domani avremo l’integrazione universale dei dati. E poi ha molti vantaggi in più. Quali? Non si è mai saputo.

Ma intanto non funzionava neanche a calci nei polmoni, e anche la versione 6.0, quella che doveva risolvere tutto, si è trasformata nell’ennesimo buco nell’acqua. Ma non si poteva dire, perché se no i Dirigenti si arrabbiavano e si intristivano. Tre anni. Tre anni di schermaglie nelle quali mi sono giocato la carriera per dire cose che stavano sotto gli occhi di tutti. Ok, storia passata, io me ne sono andato e voi tenetevi Macigno-costoso.

Oggi vengo a sapere che il responsabile IT di Alcatraz (non un pisquano qualunque, ho detto il responsabile IT di un’azienda di 100.000 persone) ha riconosciuto che Macigno-costoso era una cazzata. Sembra che abbia detto: quelli di economica-piuma hanno delle performance migliori e non potremo mai competere: tanto vale che andiamo tutti su economica-piuma abbandonando macigno-pesante.

E tutti i Dirigenti e quadri, nel frattempo, quelli che dicevano cose come “Ma dove vuoi andare oggi, se non hai una cosa come Macigno-costoso” a dargli ragione,  a dire “e beh, ma questa cosa non è accettabile adesso basta non ne possiamo più e così via”. Gli stessi con i quali litigavo all’epoca. Domanda: ma perché abbiamo perso tre anni a litigare? Perché avete speso milioni di euro (milioni) e fatto perdere tempo a decine di persone e reso inefficiente un oggetto che doveva servire a 100.000 colleghi? Qualcuno pagherà per questo?

Va beh, oggi è un grande giorno per me. Ciao

8 Commenti

  1. catepol ha detto:

    la stessa cosa sostituendo a macigno costoso piattaforma e-learning prorpietaria e alla versione piuma piattaforma e-learning open source….il risultato non cambia

  2. utente anonimo ha detto:

    O forse, più semplicemente, si è fermata la distribuzione delle bustarelle.

    Ciao Jack, ben tornato.

    Caronte

  3. utente anonimo ha detto:

    non è sempre (e solo) questione di bustarelle.

    va tenuto conto del paradosso della massima incompetenza possibile (il nome non me lo ricordo). insomma (quando non si è raccomandati) si è bravi in qualcosa e si viene promossi, poi si è ancora bravi e si viene ri-promossi, e così via fino a che si raggiunge un posto di responsabilità dove è finalmente evidente l’incompetenza raggiunta.

    se si è raccomandati si raggiunge un livello maggiore senza fatica, ma il risultato è simile.

    e quindi le grandi aziende sono piene (oltre che di raccomandati responsabili delle pubbliche relazioni, del marketing, insomma di tutto quello che – apparentemente – non serve a un cazzo, e in alcune aziende anche l’it rientra nella categoria) di ex-bravi a fare qualcosa che fanno male la cosa per cui sono tanto ben pagati.

    perché stiamo parlando di gente a cui dell’it non frega niente: sono troppo occupati a cambiare macchina (che dici, ci ha due anni… sarà ora di cambiarla o no?)

    marcell_o

  4. 02068449 ha detto:

    legge di peter

  5. utente anonimo ha detto:

    E’ un grande giorno per chiunque lotti contro Macigno-Costoso :-)

    baci, Mafe

  6. 02068449 ha detto:

    alee o oh:-))

  7. Nonostantetutto ha detto:

    Beh ma questa non è una notizia … la vera notizia era che macigno costoso aveva preso a funzionare ed aveva finalmente raggiunto gli strabilianti risultati attesi. ;)

    Sembra una provocazione la mia ma ti assicuro che non lo è.

    Credo che l’intranet sia ancora un oggetto tanto più inutile quanto il driver della sua progettazione sia basato sulla tecnologia e non sugli obiettivi che ci ponaimo di raggiungere.

    Se, dico per assurdo, mi ponessi l’obiettivo di fare videosrteaming a x mila persone in modalità sincrona perchè il nuovo capo di Alcatraz ha una vione x … beh forse qualche riflessione sulla tecnologia me la farei.

    Il problema di Alcatrax non è la gente incompetente.

    Il problema di Alcatrax è l’eccesso di enti neessari a fare si che si possa condurre una strateiga, ma una qualsiasi, intervengano senza che ognuno porti avanti, in maniera manichea, la sua idea, dietro la qule ci sono gli interessi di tizio o di caio ovviamente…

    Continuo a pensare che il problema di Alcatrax siano le troppe persone (ed incompetenti o competenti è un invariante) a stare intorono ai problemi.

    Io ritengo che che il problema x dell’intranet affidato ad un ente (piccolo a piacere) ed ad una persona con il suo manipolo di persone viene risolto al 100% (perchè quelle persone diventano competenti a furia di schiaffi).

    Ma finché su una decisione intervengono 70 enti di cui 2 col budget, una con il potere di sta mxxchxa, l’altra per valutare l’investimento, l’altra il ritorno sul medesimo, e poi le altre 20 a litigare sulla soluzione migliore, costosa econominca non ha importanza, è già un miracolo anche la conslusione alla quale sono giunti.

    Ci sarebbe senpre un solo e prezioso segreto:

    progettare cose vicine alla committenza.

    Il vero problema di una intranet di troppe persone in mano a troppi enti è che non è chiaro nemmeno chi sia la committenza.

    Io dico quante sono le interfacce di un processo? Più di 1 o 2?

    Bene il processo non funzionerà.

    Se invece è tutto in mano ad una (magari anche competente ma credimi è meno importante in un azienda come alcatrax), le cose cose funzioneranno.

    Peché sono le singole persone che cambiano le organizzazioni e non il contrario.

    Ao’ magari me sbaglio.

    Per il resto spero tutto bene.

    Rob.

  8. 02068449 ha detto:

    ehm, mi dicono dalla regia che quello che avava “ripreso a funzionare” non era macigno-costoso, ma una finta versione “light” fatta a mano o quasi, che però era diventato lo standard visti i continui malfunzionamenti.

Lascia un commento

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry http://www.intranetmanagement.it/cookies/

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry

Grazie mille per la pazienza. E' l'Europa che ce lo chiede