Home » » sistemi di rating/ranking

Gen
27

Gamificare la intranet, siamo solo all’inizio

Il tema della gamification, ovvero dell’uso di meccaniche di gioco in ambienti non giocosi, si arricchisce continuamente di nuovi contributi e credo che, assieme a quello della intranet in mobilità, sarà l’argomento dominante nella progettazione intranet dei prossimi due-tre anni.

Su questo terreno c’è infatti spazio per molte sperimentazioni,  e cominciano ad uscire alcuni casi e molte idee. Sylvain Cottong, ad esempio, cita il caso di Google e della sua politica per le trasferte (i soldi che avanzi li puoi usare la volta dopo, donarli o farteli rimborsare) in un post dedicato proprio alla gamification nelle intranet sociali.

Ancora, Ellisa Calder spiega come usare la gamification in Sharepoint. Ad esempio, dice Ellisa, se vogliamo che le persone inseriscano bene i metadati nei contenuti pubblicati possiamo stabilire un set di Badge dedicati a questo argomento.

Ma naturalmente possiamo applicare meccanismi simili a tantissimi altri task. Ultimamente, ad esempio, mi è capitato di proporre di usare delle “coccarde” che appaiono automaticamente sul profilo del dipendente che conclude un modulo formativo in e-learning.

Credo che l’applicazione di queste meccaniche  sia alla fine molto più facile di quanto possa sembrare e, una volta rotto il ghiaccio, possa davvero funzionare, sempre che si sia fatto un minimo di studio preliminare dell’ambiente organizzativo.

Credo quindi che in futuro, di fronte ad ogni nuova iniziativa in intranet dovremmo chiederci:

  • quali contenuti dovranno essere prodotti?
  • chi dovrà produrli?
  • in quale forma saranno pubblicati?
  • quali comportamenti vogliamo incentivare?
  • Attraverso quali meccaniche di gioco?

Ne riparleremo, spero con qualche caso in più da esibire.

Dic
27

Un like vale più della pelle dell’orso

I cambiamenti più significativi il più delle sono piccoli cambiamenti,  e ne è riprova il caso di Arla foods descritto da Janus Boye in un suo post. L’azienda ha deciso di intraprendere un percorso “social” per la intranet e per prima cosa ha introdotto la semplice possibilità di dare un “like” o un “dislike” ad ogni news della intranet.

Arla thumbs up on intranet

La funzionalità è stata introdotta su richiesta pressante dei dipendenti, ed è stata accompagnata anche da una cambiamento nella politica di comunicazione manageriale, orientata ad una maggiore onestà e apertura.

http://jboye.com/wp-content/2011/12/arla-intranet-news-story.jpg

 

Guardate, io apprezzo molto questi casi, molto più delle roboanti comunicazioni di cambiamenti stratosferici all’orizzonte e di pelli dell’orso vendute prima, ma moolto prima, di averlo ucciso  (qui il caso più eclatante negli ultimi mesi. Verrebbe da dire “booooooom”), perché questi casi testimoniano *reali* passi in avanti, che tengono conto delle *reali* condizioni di partenza.

Per questo apprezzo anche casi come quello descritto recentemente da Alessandro Donadio sul suo blog, in cui un tradizionele house organ viene sviluppato cercando di seguire logiche partecipate.

Ogni cambiamento reale è il cambiamento che ci possiamo permettere in un dato momento organizzativo. E per valutarlo dobbiamo guardare sempre il punto di partenza, non il punto di arrivo.

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry http://www.intranetmanagement.it/cookies/

Questa pagina utilizza i cookies, come le pagine di mezzo mondo. I cookies sono una cosa che fa parte della vita, ok? Don't worry

Grazie mille per la pazienza. E' l'Europa che ce lo chiede